faq sulla carta sottile

Perché la carta sottile è migliore per l’ambiente?

Minore è la quantità di carta per area di superficie stampata, minore risulta l’impatto sull’ambiente. La stampa su carta sottile utilizza meno carta. Ma non solo: utilizza anche meno risorse di qualsiasi genere impiegate nei processi di produzione, spedizione e smaltimento.

Ad esempio, sostituire un foglio da 45 libbre di peso base con un foglio Bolloré Thin Paper da 40 libbre di peso base – una differenza quasi impercettibile – riduce il numero di alberi utilizzati, la quantità di acqua ed energia consumate, i rifiuti solidi e le emissioni di gas a effetto serra generati di una percentuale che va dal 7 al 10%.

Quali tipi di carte leggere esistono?

La carta leggera è una carta di alta qualità, senza pasta di legno, con un peso base che varia da 15 a 40 libbre. Dura più a lungo ed è più resistente all’invecchiamento della carta sottile prodotta da pasta meccanica o da pasta di legno macinato, paste usate spesso per la produzione di quotidiani o elenchi telefonici. La superficie bianca e liscia e l’elevata opacità della carta sottile, la rendono ideale per riproduzioni di alta qualità. Il suo peso base ridotto, inoltre, produce un impatto sull’ambiente notevolmente minore rispetto a quello di carte più pesanti.

Back to top

Qual è la differenza tra carta sottile e carta leggera?

La carta sottile viene talvolta chiamata “carta opaca leggera”, un termine più lungo, ma forse più calzante. La carta sottile ha un peso più leggero per quantità di area superficiale rispetto alle carte standard più pesanti. Per di più è opaca, rendendo possibili riproduzioni di qualità superiore e quelle caratteristiche estetiche che rappresentato uno dei suoi vantaggi.

Back to top

La carta leggera include anche fibre da carta riciclata?

Le carte come Primagreen di Bolloré Thin Papers sono progettate per includere un’alta percentuale di fibra riciclata, o post-consumo, che può raggiungere il 50%. Anche le carte Bolloré Thin Papers che non utilizzano materiale riciclato utilizzano, per come sono state progettate, meno pasta e un numero di risorse inferiore se confrontate con una carta standard più pesante.

Ricordi tuttavia che la carta non può essere riciclata all’infinito (da 7 a 10 volte al massimo), per non perdere la sua stampabilità. È dunque necessario un’aggiunta regolare di fibre di carta vergini per qualsiasi carta utilizzi fibre riciclate come parte del suo contenuto.

Back to top

La carta leggera soddisfa i requisiti di qualità di riproduzione delle carte più pesanti?

In quasi tutti gli esempi, la qualità della riproduzione sulle carte sottili è praticamente indistinguibile rispetto alle loro controparti più pesanti. L’opacità è elevata, il trapasso e l’infiltrazione dell’inchiostro sono bassi, le carte sono lucide e bianche, gli inchiostri riflettono bene la luce, la stampa in bianco & nero e in quadricromia risulta eccezionale e la macchinabilità è paragonabile a quella delle carte più pesanti. Inoltre la carta Bolloré Thin Papers ha un’aspetto compatto e di qualità. La vera differenze è che viene usata meno carta.

Back to top

Non è che le carte sottili hanno un trapasso e un’infiltrazione dell’inchiostro elevati?

Le carte Bolloré Thin Papers sono progettate e prodotte per avere un’elevata opacità, il che significa che l’infiltrazione dell’inchiostro, anche con immagini ricche di colore, e il trapasso dell’inchiostro, anche per caratteri in grassetto, risultano ridotti al minimo. Se osserva in controluce un campione di carta Bolloré Thin Papers, potrà vedere che, a differenza di altre carte sottili, è rilevabile un elevato grado di compattezza tra le fibre della carta lungo la sua intera superficie. In questo modo la riproduzione è compatta per ogni pollice quadrato e per tutti i fogli.

Back to top

La carta sottile è più cara?

Produrre carta sottile di qualità è un processo impegnativo che Bolloré Thin Papers ha saputo rendere perfetto; sono necessari capacità, know-how e precisione per produrre carta sottile che possa competere con le caratteristiche di carte più pesanti. D’altra parte, più sottile è la carta, meno alberi, pasta di legno e risorse sono necessarie per produrla. Il risultato è che i costi sostenuti per questo processo impegnativo di produzione sono controbilanciati dalla riduzione del costo dei materiali. E questo ancor prima che si tengano in considerazione i risparmi in termini di spedizione, deposito, distribuzione o di spese postali. Il che fa di Bolloré Thin Papers un vincitore su tutti i fronti: una carta di qualità superiore con un potenziale di risparmio finanziario e di salvaguardia ambientale.

Back to top

In quali campi è possibile utilizzare la carta sottile con risultati migliori?

La carta sottile è ideale laddove siano necessari prodotti stampati di alta qualità, ma si voglia contemporaneamente beneficiare del peso e/o volume ridotti; offre una superficie di stampa superiore a parità di carta rispetto alle carte standard più pesanti. Così ogni prodotto a base di materiale stampato può beneficiare dei vantaggi della carta Bolloré Thin Papers. Inoltre, in alcune applicazioni, l’uso di carta sottile può fornire vantaggi unici e specifici.

  • Per grossi cataloghi, guide di riferimento, bibbie e libri: la carta Bolloré Thin Papers consente che tali prodotti contengano un maggior numero di pagine senza per questo essere più pesanti o più spessi di quanto sarebbero con un blocco di carta più pesante.
  • I manuali dei prodotti, gli orari dei mezzi di trasporto, i documenti scientifici e legali e altri prodotti stampati che necessitano di un’elevata qualità di riproduzione ma il cui uso da solo non giustifica l’utilizzo di una carta più pesante.
  • Cataloghi e inserti di mailing, dove le spese postali si possono ridurre grazie a una riduzione del peso della carta.
  • Foglietti illustrativi farmaceutici, cosmetici o di prodotti dove una grande quantità di informazioni deve essere presentata in un documento che si dovrà piegare per poterlo far entrare in un piccolo contenitore.

Back to top

Perché non sono ancora molte le aziende che utilizzano le carte sottili?

Nel momento in cui si va ad analizzare minuziosamente i profitti e l’atteggiamento nei confronti dell’ambiente, solo a quel punto l’utilizzo di carte sottili assume un senso in una buona gestione aziendale. Questo è il motivo per cui un numero sempre crescente di aziende e organizzazioni sta riconoscendo i vantaggi della carta sottile e si sta muovendo di conseguenza. Poiché le attuali carte sottili forniscono anche eccellenti caratteristiche di riproduzione con una macchinabilità di livello superiore, dal marketing fino ai documenti finanziari e di produzione, ogni aspetto del business sta cominciando a riconoscere che le carte leggere sono un’alternativa da tenere in considerazione.

Back to top

La stampa con carte leggere è più complicata?

Le carte Bolloré Thin Papers sono facili da usare in macchina da stampa. La loro compattezza è sinonimo di elevata macchinabilità e tempo di corretto funzionamento tanto quanto le loro controparti più pesanti. Inoltre le loro superficie di qualità superiore garantiscono che il risultato finale che si ottiene utilizzando carte Bolloré Thin Papers, è un prodotto che soddisfa gli standard di qualità più esigenti.

Back to top

Tutte le carte sottili sono create allo stesso modo?

Oltre a produrre le carte sottili più leggere presenti sul mercato mondiale – Indopaque è disponibile con un peso base di appena 15 libbre – solo Bolloré Thin Papers produce carte che possono beneficiare di un Life Cycle Assessment (Analisi del ciclo di vita). Non è dunque solo il primo produttore di carta sottile ad aver ricevuto la certificazione Ecolabel dal FSC (Forest Stewardship Council) e a essere certificato ISO, ma Bolloré Thin Papers è stata anche sottoposta ai controlli più rigorosi in materia di analisi ambientale nel campo dell’industria; analisi che hanno riguardato:

  • La produzione e il trasporto della pasta
  • La produzione e il trasporto di altre materie prime
  • La produzione della carta
  • Il trasporto nel luogo in cui si effettua la stampa
  • La stampa
  • Il trasporto all’utente
  • La fine del ciclo di vita della carta (stoccaggio, incenerimento, smaltimento presso la discarica di rifiuti, riciclaggio)

Tutti questi fattori sono tenuti in considerazione da Bolloré Thin Papers nell’approvvigionamento di materiali, nella produzione, nella spedizione della carta e nel modo in cui tratta gli scarti finali. Il risultato è una carta di livello superiore che soddisfa i requisiti ambientali più esigenti che i nostri clienti possano mai voler applicare.

Back to top

Come potrei iniziare a valutare se le carte sottili sono adatte per la mia azienda?

Meno carta si utilizza per un’area di superficie stampata, tanto più la Sua decisione risulta responsabile sia economicamente che dal punto di vista dell’ambiente. Nel caso non abbia ancora avuto negli ultimi tempi la possibilità di esaminare il mondo delle carte leggere opache, più sottili, resterà impressionato da come queste possano soddisfare le Sue esigenze. Per aiutarla a decidere in che modo le carte Bolloré Thin Papers potrebbero essere valide per la Sua azienda, abbiamo creato una semplice guida.

Back to top

Come posso scegliere una carta che abbia un basso impatto ambientale?

Di seguito si riportano alcuni fattori da tenere a mente nel considerare la carta da un punto di vista ambientale:

  • Assicurarsi che le foreste da cui proviene la carta siano gestite in maniera sostenibile, verificando se sono presenti i marchi FSC®, PEFC®, o SFI® .
  • Considerare carta che contenga un’elevata percentuale di fibre post-consumo, o riciclate, che utilizza meno acqua ed energia nella sua produzione
  • Esaminare le prestazioni ambientali del processo di produzione utilizzato per fabbricare la carta cercando la certificazione ISO 14 001 o indicazioni riguardo al fatto che sia stato applicato dal produttore un solido sistema di gestione ambientale (Enviromental Management System)
  • Determinare se l’impatto della carta sull’ambiente è stato gestito tramite un completo “Life Cycle Assessment” (Analisi del ciclo di vita), nel quale l’impatto ambientale della carta è stato valutato dalla raccolta del legname fino allo smaltimento del prodotto stampato finito.
  • Scegliere una carta più sottile, da un peso base inferiore, qualora possibile. Bolloré Thin Papers fa del suo meglio per offrire il maggior numero possibile di informazioni a parità di volume su di un foglio con buona riproduzione e buona macchinabilità. Inoltre utilizza intrinsecamente meno risorse nel processo produttivo.

Back to top

Oltre ai vantaggi della carta sottile dal punto di vista ambientale, cosa fa Bolloré Thin Papers per proteggere l’ambiente durante il processo di produzione della carta?

La carta sottile è intrinsecamente migliore per l’ambiente. Il nostro obiettivo è però quello di produrre carta sottile nella maniera più adatta per la salvaguardia dell’ambiente, al fine di preservare più risorse del nostro pianeta

Ad esempio, Bolloré Thin Papers ha investito dieci milioni di dollari per gli stabilimenti presso il lago di Ginevra nella costruzione di un impianto di trattamento delle acque reflue che utilizza una tecnologia d’avanguardia. In questa tecnologia, si utilizza un processo chiamato “ossidazione a umido”, al fine di ridurre i rifiuti nell’acqua e riciclare anche i rifiuti solidi. Il risultato è che i livelli di residui sono scesi del 50% al di sotto dei livelli di soglia indicati dalle normative.

Noi mettiamo in atto un’efficace politica di recupero degli scarti. Infatti, invece di bruciare la lignina (una dei componenti principali del legno insieme alla cellulosa) ed emettere CO2, la trasformiamo in sostanze che possono essere utilizzate sia nell’industria che per la produzione di energia. Il risultato è che il 98% dei nostri scarti viene riutilizzato da industrie, come quelle cementiere, quelle produttrici di opere murarie e altre.

Abbiamo recuperato le emissioni prodotte dall’impianto di incenerimento dei rifiuti domestici della città di Thonon-les-Bains e le abbiamo introdotti nei nostri circuiti, il che ci ha permesso di ridurre in maniera significativa il nostro consumo di combustibili fossili.

Per il quinto anno consecutivo le emissioni misurate nello stabilimento di Papeteries du Léman sono inferiori del 70% rispetto ai valori di soglia legali, grazie all’installazione di sistemi OVH (tecnologia di ossidazione biochimica).

Grazie a modifiche apportate ai nostri metodi di produzione, abbiamo ridotto del 10% le emissioni di gas a effetto serra e il consumo elettrico nel 2009 e abbiamo ottenuto, a partire dal 2005, una riduzione cumulativa del 30%, equivalente a 8.523 tonnellate di emissioni di CO2 in meno all’anno.

Abbiamo iniziato i lavori per la costruzione di impianti satellite per produrre Carbonato di Calcio Precipitato presso lo stabilimento di Papeteries du Léman, che entreranno in funzione nella primavera del 2010. Il Carbonato di Calcio è una risorsa abbondante in natura, che noi abbiamo adattato perché sia utilizzabile per la patinatura della carta patinata e che va a sostituire l’ossido di titanio, molto meno sostenibile ma che viene ancora utilizzato da molte altre aziende.

Anche se non produciamo pasta, crediamo che sia nostra responsabilità monitorare con attenzione la sua origine e i processi dei nostri fornitore (in termini di gestione delle foreste, delle risorse e dell’energia). Come riconoscimento dei nostri sforzi, Bolloré Thin Papers è stato il primo produttore di carta sottile a ricevere la certificazione Ecolabel dal FSC (Forest Stewardship Council).

Siamo orgogliosi che le carte che produciamo siano rispettose dell’ambiente. Ma siamo siamo perfino più orgogliosi del fatto che il modo nel quale produciamo la nostra carta la rende la scelta più intelligente nel settore delle carte sottili.


Cliccare qui per vedere un grafico che dimostra i vantaggi prima e dopo l’utilizzo del nostro approccio LCA.

Back to top